SPEDIZIONE PER TUTTA ITALIA 9,90€ - GRATUITA CON SPESA SOPRA 99,00€
SHOP
0
0,00 0 elementi

Nessun prodotto nel carrello.

0,00

FAQ Copia

Il denaro è uno strumento che agevola lo scambio di beni e servizi, oltre a svolgere le funzioni di unità di conto e riserva di valore. Per millenni gli uomini hanno utilizzato materiali preziosi o rari come moneta, passando in tempi recenti a quello che veniva definito denaro convertibile. Il denaro convertibile si avvaleva di supporti privi di valore intrinseco ma di più pratico utilizzo (come la carta), e aveva una convertibilità
in metallo prezioso garantita dall’autorità che emetteva tale moneta. Le monete nazionali attuali, dette a corso legale, non presentano né valore intrinseco né convertibilità in metallo prezioso o altri materiali, e di conseguenza l’unica validità ad esse associata è quella legata al loro riconoscimento da parte di autorità centrali. Storicamente l’emissione di valute a corso legale da parte delle autorità rappresentava una misura straordinaria in tempi di crisi o instabilità economiche e militari; tuttavia, dall’abbandono definitivo delle ultime tracce di convertibilità in oro del dollaro statunitense nel 1971, tutte le principali autorità monetarie mondiali sono passate ad un’emissione perpetua di valuta a corso legale, portando ad una progressiva perdita di potere d’acquisto da parte degli utilizzatori di tali valute.
Marco Amadori dice: “..è un sistema di messaggistica distribuito, che realizza un token digitale scarso, verificabile in maniera aperta, ordinato cronologicamente secondo principi di termodinamica che realizza lo shelling point di almeno due funzioni: della comunità di sviluppo open source e industriale” Bitcoin è denaro digitale, open source, utilizzabile via internet, anche con il proprio smartphone. I bitcoin non sono emessi da una Banca Centrale ma da una rete informatica globale a partecipazione aperta che verifica le transazioni in modo imparziale e ne garantisce la sicurezza. I bitcoin possono essere usati da persone, aziende e sistemi automatici senza limiti, a costi trasparenti, in tutto il mondo e online. Questo perché non rappresentano valore, ma essi stessi sono valore, proprio come un metallo prezioso: raro e utile, ma digitale. A differenza dell’Euro, i bitcoin non sono generati a debito ma in base a un lavoro (di sicurezza informatica) e sono il primo esempio di bene digitale puro. Bitcoin è nato come sistema di pagamento e come valuta digitale, internazionale e utilizzabile liberamente da chiunque, da persona a persona, senza l’ingerenza di banche o istituti finanziari e slegata dal debito.
La rete di pagamento Bitcoin funziona da gennaio 2009.

Da millenni gli esseri umani cercano soluzioni sempre più sofisticate e funzionali al problema della conservazione delle informazioni, prediligendo quelle che garantiscano l’inalterabilità e l’integrità dei dati.
Con l’invenzione della scrittura è nato il concetto di registro, che consiste in un libro mastro in cui le informazioni sulle transazioni vengono custodite in maniera ordinata e garantite da un’autorità centrale, potenzialmente corruttibile e singolarmente attaccabile. La tecnologia blockchain rivoluziona il concetto di registro donandogli la proprietà della decentralizzazione che, congiuntamente alla dimensione informatica sottostante, lo trasforma in una vera e propria piattaforma programmabile e incorruttibile in cui immagazzinare dati inalterabili, eterni e pubblicamente accessibili, e sulla quale costruire applicazioni rivoluzionarie. Con la tecnologia blockchain tutti gli utenti sono protagonisti attivi nella condivisione dell’informazione, creando un network distribuito e inattaccabile. La prima applicazione della tecnologia blockchain è bitcoin, una moneta digitale crittografica che si affida alla rete per registrare le transazioni che avvengono fra gli utenti, in modo indelebile e trasparente.
“E’ un sitema che serve a concordare su una cronologia di eventi tra un numero indefinito di controparti (pseudo) anonime” Giacomo Zucco
I Satoshi sono le frazioni più piccole di un Bitcoin. Prendono il nome dal suo creatore, Satoshi Nakamoto. Un Bitcoin può essere suddiviso in 100 milioni di Satoshi, il che significa che 1 Bitcoin è uguale a 100 milioni di Satoshi. Questo è utile perché consente di fare transazioni più piccole, anche quando il prezzo di un Bitcoin è molto alto. Ad esempio, se un Bitcoin vale €50,000, puoi ancora scambiare una frazione molto piccola, anche solo una frazione di un centesimo di dollaro, utilizzando i Satoshi. Gli Satoshi sono essenziali per consentire transazioni precise e microtransazioni all'interno del sistema Bitcoin, rendendolo più flessibile ed efficiente per gli utenti. Queste frazioni consentono una maggiore adattabilità alle variazioni di valore del Bitcoin e alla diversità delle esigenze di transazione degli utenti, sia per grandi transazioni commerciali che per piccoli acquisti quotidiani.
La rete Lightning è una soluzione di scalabilità progettata principalmente per Bitcoin. Si basa su una rete di canali di pagamento bidirezionali tra gli utenti, che consentono transazioni istantanee e a basso costo al di fuori della blockchain. Questi canali permettono agli utenti di effettuare scambi diretti senza dover registrare ogni singola transazione sulla blockchain principale di Bitcoin, riducendo così il carico di lavoro sulla rete. Utilizzando la tecnologia dei contratti intelligenti, la rete Lightning consente transazioni veloci e affidabili, poiché vengono eseguite e confermate dagli utenti stessi anziché dalla rete principale di Bitcoin. Questa soluzione offre una maggiore privacy, scalabilità e efficienza alle transazioni di criptovalute, aprendo la strada a nuove applicazioni e casi d'uso per il denaro digitale. La rete Lightning è ancora in fase di sviluppo e miglioramento, ma promette di risolvere le sfide di scalabilità e di rendere le criptovalute più pratiche per un uso quotidiano.
E’ un'intera comunità come laboratorio per lo sviluppo di un nuovo modo di vivere il denaro ed il suo utilizzo. Sarà possibile creare nuovi prodotti e servizi partendo da necessità reali. Generare visibilità a livello internazionale portando il Trentino ad essere una finestra sul futuro prossimo dei pagamenti, della moneta elettronica e più in generale della società. Vivere nella #bitcoinvalley significa vivere in una zona dove il bitcoin è una reale alternativa ai sistemi di pagamento tradizionali. Uno showroom di 6.000 km² dove i primi protagonisti sono i cittadini Trentini sotto forma di commercianti, imprenditori e consumatori. Il bitcoin non sostituisce la moneta tradizionale ma ne offre un’alternativa reale, sicura e agile. Così come il bitcoin è tecnologia aperta anche l’iniziativa Trentino #bitcoinvalley è di tutti ed a beneficio di tutti.
L’identità di Satoshi Nakamoto non è ancora stata svelata, e probabilmente non lo sarà mai, trattandosi potenzialmente non di una persona ma di un collettivo. Alcuni individui hanno negli anni dichiarato di essere Satoshi, ma nessuno di loro è stato in grado di fornire prove inequivocabili a sostegno di tali affermazioni.
Satoshi Nakamoto non ha alcun potere materiale su Bitcoin, ha semplicemente ideato e reso open source (pubblicamente consultabile e verificabile) il funzionamento di Bitcoin. La rete è pubblica, decentralizzata e indipendente, di conseguenza i cambiamenti relativi al suo funzionamento vengono decisi dagli utenti, e i fondi non possono essere trafugati.
Bitcoin non è mai stato compromesso.
Tali notizie sono relative a illeciti commessi ai danni di sistemi informatici tradizionali centralizzati alla base di portamonete e piattaforme di scambio online, “bucati” nelle loro componenti non legate a Bitcoin. Finchè i bitcoin sono immagazzinati
in un portafoglio personale, di cui si conserva con cura la chiave privata, offline o in esecuzione su un computer sicuro, è impossibile per un ladro rubare i soldi degli utenti.
Il portafoglio Bitcoin si basa su coppie di chiavi crittografiche pubbliche e private.
Per semplicità le chiavi private sono codificate in una frase detta mnemonica che permette di accedere per recuperare i propri fondi in caso di smarrimento/rottura del proprio smartphone.
La mnemonica è un insieme di parole e va salvata e custodita in un posto sicuro.
Solo tu sei in possesso di questo segreto.
Si, bitcoin è legalmente utilizzabile come metodo di pagamento in Italia e in moltissimi altri paesi nel mondo.
Si, in Italia è legale accettare bitcoin come pagamento, l’importante è battere scontrino o fare fattura indicando il relativo importo in Euro.
Perché la filosofia del progetto Orange Pill Beer vuole stimolare l’utilizzo di denaro alternativo a quello fiat senza però costringere chi non utilizza normalmente Bitcoin a rinunciare a queste fantastiche birre!
Si procede come qualsiasi altro acquisto di e-commerce on-line, caricando le birre sul carrello e poi, quando si decide di procedere con l’ordine effettivo, si può scegliere se pagare con il proprio wallet lightning network Bitcoin attraverso il circuito on-chain o Lightining network (sarà fatto vedere un QR code dedicato) oppure con carta di credito tradizionale.
Funziona solo se si ha la lattina in mano! basta utilizzare la tua wallet lightning network App sullo smartphone, inquadrare il QR code sulla lattina e digitare il codice univoco nascosto nell'etichetta. Per coloro che sono nuovi nel mondo delle criptovalute, abbiamo reso tutto ancora più facile: basta inquadrare il QR code dedicato con la fotocamera del tuo smartphone per accedere a tutorial che ti accompagneranno a conoscere il mondo di Bitcoin e ti guideranno passo dopo passo nell'attivazione del tuo wallet lightning network.
Ogni etichetta di "Orange Pill Beer" è unica al mondo! Perché, oltre al codice univoco per accedere al tuo cashback, la sua grafica è generata direttamente dalla blockchain. Questo significa che potrai collezionare le etichette e accedere a contenuti web esclusivi e riservati. Inoltre, ogni etichetta ti offre la possibilità di vincere e caricare nuovi Satoshi sul tuo wallet! Non solo stai godendo di una birra artigianale di alta qualità, ma stai anche entrando in un nuovo mondo di opportunità unico nel suo genere. Acquista ora e unisciti alla rivoluzione di "Orange Pill Beer"!"
Compilando il format in fase di ordine si scrive l’indirizzo al quale inviare le birre.
Entro qualche giorno dal pagamento le birre verranno fatte recapitare a casa direttamente dal corriere all’interno di box in cartone.
Le nostre birre si possono acquistare anche presso i nostri DISTRIBUTORI AUTOMATICI che puoi trovare su questa mappa oppure presso i SERVIZI COMMERCIALI e BAR che puoi trovare su quest’altra mappa 

Partner

0
0,00 0 elementi

Nessun prodotto nel carrello.

MAIL: INFO@ORANGEPILLBEER.COM
WHATSAPP: +39 348 3501412
DATI AZIENDALI
STEFANO ZATTARA | P.IVA/VAT: IT 02611310224
SEDE LEGALE
VIA GORFER 7 — 38123 TRENTO — IT
SEDE OPERATIVA
VIA SALORNO 6 — 38121 TRENTO — IT
C/O BIRRIFICIO HOPPYCRAT / BREW PASSION SRL
cartmenucross-circle